SIGNORI COSA DEVO FARE PER ESSERE SALVATO ?


Disse: il carceriere di Filippi agli apostoli Paolo e Sila.

Paolo e Sila dopo essere presi: battuti con molti colpi, li gettarono in prigione, e fu comandato al carceriere di tenerli al sicuro .(At 16,23)  Questi ricevuto un tale ordine, li gettò nella parte più interna della prigione e fissò i loro piedi ai ceppi .(At 16,24) Verso la mezzanotte Paolo e Sila pregavano e cantavano inni a Dio; e i prigionieri li udivano . (At 16,25)   Improvvisamente si fece un gran terremoto, tanto che le fondamenta della prigione furono scosse: e in quell’ istante tutte le porte si aprirono e le catene si sciolsero . (At 16,26)  Il carceriere destatosi e viste le porte della prigione spalancate, trasse fuori la spada e stava per uccidersi, pensando che i prigionieri fossero fuggiti .(At 16,27)  Ma Paolo gridò ad alta voce: << Non farti alcun male, perché siamo tutti qui >> . (At 16,28) E chiesto un lume, egli corse dentro, e tutto tremante si gettò ai piedi di Paolo e Sila; (At 16,29)  Poi li condusse fuori e disse: << Signore cosa devo fare per essere salvato?>> . (At 16.30) Ed essi dissero: << Credi nel Signore Gesù Cristo e ti sarai salvato tu e la casa tua >>,  (At 16,31) Poi essi annunziarono la parola del Signore a lui e tutti coloro che erano in casa sua. ( At 16,32 ) Ed egli li prese  in quella stessa ora della notte e lavò loro le piaghe.  E lui e tutti i suoi furono subito battezzati. (At 16,33) Condottili quindi  in casa sua , apparecchiò loro la tavola e si rallegrava con tutta la sua famiglia di avere creduto in Dio. (At 16,34) Fattisi giorno i pretori mandarono i littori a dire al carceriere: <<Lascia liberi quegli uomini>>. .(At 16.35) E il carceriere riferì a Paolo queste parole:<< I pretori hanno mandato a dire che siete lasciati liberi; quindi uscite e andate in pace>> .(At 16,36) Ma Paolo disse loro:<< dopo averci pubblicamente battuti senza essere stati condannati in giudizio, noi che siamo cittadini romani ci hanno gettato in prigione e ora ci fanno uscire di nascosto? No davvero! Vengano loro stessi a condurci fuori >>.(At 16,37) I littori riferirono queste parole ai pretori; ad essi, quando udirono che erano cittadini romani, ebbero paura. (At 16,38) Or essi vennero e li pregarono di scusarli e condottili  fuori chiesero loro di lasciare la città. (At 16,39) Allora essi usciti di prigione entrarono in casa di Lidia e, visti i fratelli li consolarono; e poi partirono. (Atti degli Apostoli

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s