Salmo 12


Salmo 12
Le parole dell’Eterno sono pure
1 Salva, o Eterno, perché gli uomini pii sono venuti meno, e i veraci sono scomparsi in mezzo ai figli degli uomini.2 Ciascuno dice falsità al suo prossimo, essi parlano con labbra adulatrici e con un cuore doppio. 3 l’Eterno recida tutte le labbra adulatrici e la lingua che parla con orgoglio, 4 di coloro che dicono: << Con la nostra lingua prevarremo; le nostre labbra ci appartengono; chi è signore sopra di noi? >>. 5 << A motivo dell’oppressione dei miseri e del grido dei bisognosi, ora mi leverò >> , dice l’Eterno << e li metterò in salvo di quelli che li insidiano>>.6 Le parole dell’Eterno sono pure,come argento raffinato come una fornace di terra, purificato sette volte.7 Tu o Eterno , li proteggerai e li preserverai da questa generazione per sempre 8 Gli empi si aggirano impunemente dappertutto , quando fra i figli degli uomini viene esaltato il male.

Advertisements

Conversione dell’Apostolo Paolo sulla via di Damasco


Conversione dell’Apostolo Paolo sulla via di Damasco

Dagli atti degli apostoli (Cap dal  9 dal v1 al 31)

 1 Saulo intanto, spirando ancora minacce e strage contro i discepoli del Signore, si recò dal sommo sacerdote.2 e gli chiese lettere per le sinagoghe di Damasco affinché, se avesse trovato alcun seguace della Via, uomini e donne , li potesse condurre legati in Gerusalemme.3 Or avvenne che, mentre era in cammino e si avvicinava a Damasco, all’improvviso una luce dal cielo gli folgorò d’intorno.4 E, caduto a terra ,udì una voce che gli diceva: <<Saulo, Saulo, perché mi perseguiti?>>.5 Ed egli disse: << Chi sei Signore?>>. E il Signore gli disse. << Io sono Gesù, che tu perseguiti; ti è duro recalcitrare contro i pungoli >>. 6 Allora egli, tutto tremante e spaventato, disse: <<Signore, che vuoi che io faccia? >>. E il Signore gli disse: <<Alzati ed entra nella città, e ti sarà detto ciò che devi fare>>.7 Or gli uomini che viaggiavano con lui si fermarono attoniti, perché udivano il suono della voce, ma non vedevano alcuno. 8 Poi Saulo si alzò da terra ma, aperti gli occhi, non vedeva alcuno; allora prendendolo per mano lo condussero in Damasco .9 E rimase tre giorni senza vedere, nei quali né mangiò né bevve. 10 Or a Damasco  vi era un discepolo di nome Anania , al quale il Signore disse in visione: << Anania! >>. Ed egli rispose :<< Eccomi , Signore! >>.11 E il Signore a lui: alzati e recati nella strada detta diritta, e cerca in casa di Giuda, un uomo di Tarso di nome Saulo; poiché ecco, egli sta pregando; 12 egli a visto in visione un uomo di nome Anania, entrare e imporgli le mani perché recuperi la vista>>. 13 Allora Anania rispose: << Signore, io ho udito da molti di quest’uomo, di quanto male ha fatto ai tuoi santi in Gerusalemme. 14 E qui ha l’autorizzazione dei capi dei sacerdoti di imprigionare tutti coloro che invocano il tuo nome >>.  15 ma il Signore gli disse: << Va perché costui è uno strumento da me scelto per portare il mio nome davanti alle genti, ai re e ai figli d’Israele.16 Poiché io gli mostrerò quante cose, egli deve soffrire per il mio nome>>. 17 Anania dunque andò e entrò in quella casa: e, imponendo le mani, disse:  << Saulo, Fratello, il Signore Gesù, che ti è apparso sulla via per la quale venivi , mi ha mandato perché tu recuperi la vista e sii ripieno  di Spirito Santo >>. 18 E in quell’istante gli caddero dagli occhi come delle scaglie, e subito riacquistò la vista; poi si alzò e fu battezzato.

IL persecutore perseguitato

19 E, dopo aver preso cibo, egli ricuperò le forze. Poi Saulo rimase alcuni giorni con i discepoli che erano a Damasco. 20 E subito si mise a predicare il Cristo nelle sinagoghe, proclamando che egli  è il figlio di Dio. 21 E tutti quelli che lo udivano stupivano e dicevano:<< Non è costui quel tale che a Gerusalemme che perseguitava coloro che invocavano   questo nome, ed è venuto qui con lo scopo di condurli prigionieri dai capi dei sacerdoti?>>. 22 Ma Saulo si rafforzava sempre più e confondeva i Giudei che abitavano a Damasco dimostrando che Gesù è il Cristo. 23 Molti giorni dopo i Giudei si consultarono insieme per ucciderlo. 24 Ma il loro complotto venne a conoscenza  di Saulo. Or essi facevano la guardia alle porte, giorno e notte per poterlo uccidere 25 allora i discepoli lo presero di notte e lo calarono giù dalle mura dentro una cesta.26 Giunti a Gerusalemme, Saulo cercava di unirsi ai discepoli; ma avevano tutti paura di lui, non potendo credere che egli fosse un discepolo. 27 Allora Barnaba lo prese e lo condusse agli apostoli, e raccontò loro come lui lungo la strada aveva visto il Signore, e come gli aveva parlato, e come a Damasco aveva parlato con franchezza nel nome di Gesù. 28 Così egli rimase con loro a Gerusalemme, andando e venendo, e parlava con franchezza nel nome di Gesù. 29 Egli parlava anche e discuteva con gli ellenisti*; ma essi cercavano di ucciderlo.30 I fratelli però saputi di questo lo condussero a Cesarea e di là lo mandarono a Tarso.  31 Così le chiese in tutta la Giudea , la Galizia e la Samaria avevano pace  ed erano edificate. E camminando nel timore del Signore e nella consolazione dello Spirito Santo, si moltiplicavano.

( dalla Bibbia dagli atti degli Apostoli cap.9,v.1fino al v31)

 

 

Questa lettera …


Questa lettera è per lei!
Oggi lei riceve una lettera, che piacere! E una lettera molto lunga ; così lunga che non potrà leggerla interamente oggi stesso, E proprio indirizzata a lei personalmente e viene dall’ estero da molto lontano. Dalla Cina forse o dall’Australia? No da più lontano. Dalla stratosfera? Da più lontana ancora . Dalla Luna, Da Marte, da Venere o forse da una delle stelle? Più lontano. Ma allora da dove viene questa lettera? Essa proviene da un paese, dove la notte non esiste, dove non ci sono né dottori né ospedali e neppure cimiteri da un paese dove si celebra una festa eterna.
La lettera proviene dalla patria celeste
Da quale città? Dalla Gerusalemme celeste. Da quale via? Dalla via d’oro. Da quale casa dalla casa del Padre dove ci sono molte stanze. Chi è il mittente ?IDDIO, l’onnipotente Lei è personalmente conosciuto da Dio, il quale le vuol bene. Egli si è degnato di scriverle una lunghissima e meravigliosa lettera. Sa benissimo, dove Lei abita e la lettera le è indirizzata personalmente.
Una lettera Particolare
Un giorno ricevetti, una lettera di venti pagine, una letterona non e vero?ma la lettera che le è indirizzata ne ha un migliaio!
Certamente ha capito di che cosa si tratta.
La lettera è la BIBBIA! Ma viene essa dal cielo? Sicuro proprio dal cielo
Forse lei dirà: “Non è possibile essa è stata scritta da uomini, stampata in Italia , in Inghilterra o altrove dagli istituti biblici. Ciò è esatto. Ma da dove prendono gli istituti biblici il testo scritto? Da Israele, dalla terra di Dio. Qui sono vissuti gli uomini che scrissero la Bibbia. Allora! La Bibbia viene dunque da Israele e non dal cielo? Un direttore seduto nel suo ufficio, detta una lettera alla sua segretaria. Essa scrive parola per parola tutto ciò che il suo principale le detta. Dopo un’ora, la sua segretaria a scritto la lettera a macchina e il direttore la firma.
La lettera è spedita.
Ora pongo la domanda chi ha scritto effettivamente la lettera? Il direttore o la segretaria. Senza troppo riflettere qualcuno potrebbe rispondere: la segretaria. Ma pensandoci bene tutti diranno: Il ”direttore perché è lui che l’ha dettata”. La segretaria ha semplicemente esteso su carta ciò che il suo superiore voleva scrivere. Ebbene per la Bibbia è la stessa cosa. Le persone che scrissero diversi libri della Bibbia, scrissero ciò che la voce di Dio aveva dettato. Essi scrissero esattamente parola per parola ciò che Dio voleva. Ma veramente la lettera di Dio è indirizzata a noi, e a lei. Queste persone percepivano la voce divina nel loro cuore e in seguito scrivevano. Forse il paragone seguente lo aiuterà a capire meglio: Come può una tromba produrre quelle note melodiose ? Solamente per mezzo del soffio del musicista. Così IDDIO a soffiato nell’orecchio dei suoi servitori le Sue Parole. Il soffio di Dio, la Sua voce, era il soffio della Suo Santo Spirito nel loro cuore. Ed è così che la Parola “divina” ci è stata data. Gli scrittori della Bibbia erano ripieni del soffio divino ; “erano spinti dallo spirito santo”. Noi diciamo che erano ispirati (vale a dire che era stato soffiato in essi).

2° LETTERA DI PAOLO APOSTOLO AI CORINTI CAP 6


 

2° LETTERA DÌ PAOLO AI CORINTI CAP 6

Abnegazione di Paolo nel suo ministero

1Ora . essendo suoi
collaboratori, vi esortiamo a non ricevere invano la grazia di Dio,

2 perché egli dice;<< Io ti ho esaudito nel tempo
accettevole e ti ho soccorso nel giorno della salvezza>>. Ecco ora è il
tempo accettevole,ora il giorno della salvezza.

3 Noi non diamo alcun motivo di
scandalo in nessuna cosa, affinché non sia vituperato il ministero;

4 ma in ogni cosa raccomandiamo noi stessi come ministri di Dio
nelle molte sofferenze, nelle afflizioni, nelle necessità, nelle distrette,

5 nelle battiture, nelle prigionie nelle sedizioni, nelle
fatiche, nelle veglie , nei digiuni,

6 con purità, con conoscenza, con pazienza, con benignità, con
lo Spirito, con amore non finto,

7 con la parola di verità, con la potenza di Dio, con le armi
della giustizia a destra e a sinistra,

8 nella gloria e nel disonore, nella buona e nella cattiva fama;

9 come seduttori eppure veraci
come sconosciuti, eppure riconosciuti;
come morenti,eppure  ecco viviamo; come castigati, ma pure non messi a morte;

10 come contristati, eppure
sempre allegri; come poveri eppure
arricchendo molti; come non avendo nulla, eppure
possedendo tutto

Urgenti esortazioni a santità

11la nostra bocca vi ha parlato apertamente ,o Corinzi, il
nostro cuore si è allargato.

12 Voi non state allo stretto in noi, ma è nei vostri cuori che
siete allo stretto.

13 Ore in contraccambio, parlo come a figli, allargate il cuore.

14 Non vi mettete con gli infedeli sotto un gioco diverso,
perché quale relazione c’è tra la
giustizia e l’iniquità? E quale comunione c’è
tra la luce e le tenebre?

15 E quale armonia c’è fra
Cristo e Belial*?O che parte ha il fedele con l’infedele?

16 E quale accordo c’è fra
il tempio di Dio egli idoli? Poiché voi siete il tempio del Dio vivente, come
Dio disse:<< Io abiterò in mezzo a loro, e camminerò fra loro; e sarò il loro Dio,ed essi saranno
mio popolo>>.

17 Perciò << uscite di mezzo a loro e separatevene, dice
il Signore,e non toccate nulla d’immondo,e io vi accoglierò.

18 e sarò come un padre per voi, e voi sarete per me come figli
e figlie, dice il Signore Onnipotente>>.

19 Avendo dunque queste promesse
carissimi  purifichiamoci da ogni
contaminazione di carne e di spirito, compiendo la nostra santificazione nel timore di Dio.